chi siamo
biogas
fotovoltaico
cave
urbanizzazione
paesaggio
storico
notizie
dal territorio

SCRIVETECI!
links






Lo studio,recentemente concluso, sui "Fabbricati poderali nell'Argentano" ha messo in
luce un patrimonio vastissimo, talvolta di grande qualità estetica, che mostra una
particolare varietà dovuta al fatto che il territorio comunale si trova al confine tra le
province di Ferrara, Ravenna e Bologna.
La ricerca ha inoltre consentito di individuare, in un paesaggio agrario fortemente
antropizzato, alcune emergenze architettoniche di particolare interesse e in condizioni di
estremo degrado, che qui presentiamo in ordine cronologico, insieme alla vicenda del
gelso monumentale di Case Selvatiche (Filo), atterrato da un fortunale il 6 luglio del 2012,
ma sopravvissuto grazie alla tenacia di un gruppo di cittadini.








GELSO DI CASE SELVATICHE (FILO)-PROMEMORIA PER L'ASSESSORE CHIARINI (vedi documento)


FILO D'ARGENTA-GIARDINO DI MERI GALEATI E MARIO SACRATO. INVENTARIO TOPOGRAFICO DEL PATRIMONIO ARBOREO (vedi documento)

CHIAMARE LE....CHIESE COL LORO NOME - ARGENTA: ALCUNE PRECISAZIONI SULLA CHIESA DI S. DOMENICO E L'ORATORIO DI S. GIOVANNI  (vedi documento)

PIETRE CHE PARLANO 1: IL CAPITELLO MEDIOEVALE DI FILO (continua)

PIETRE CHE PARLANO 2: I QUINDICI CAPITELLI RINASCIMENTALI E ALCUNI ALTRI
MARMI DI ARGENTA. DALLA RICOSTRUZIONE DEL 1492 ALLA DISTRUZIONE DEL
1945 (continua)

LA RESIDENZA ESTENSE DI OSPITAL MONACALE: UN GIOIELLO DEL NOSTRO
RINASCIMENTO PROSSIMA AL COLLASSO  ( continua)

VILLA GHEDINI A CHIAVICA DI LEGNO (FILO-RA): UN CAPOLAVORO DI
ARCHITETTURA RURALE CHE VA IN ROVINA (continua)
 

FABBRICATI PODERALI NELL'ARGENTANO: UNA RICERCA "A FUTURA MEMORIA"  (vedi documento)

LA CHIESA DI ANITA (FE) A 73 ANNI DALLA FONDAZIONE DEL ‘VILLAGGIO RURALE’
La bella e per alcuni aspetti singolare chiesa di Anita di Argenta - purtroppo in una situazione di avanzato degrado, accentuatasi dopo le recenti scosse sismiche -  fa parte di un complesso architettonico certamente di pregio, costruito nell’ambito del vasto programma edilizio extra urbano che il fascismo realizza in Italia tra il 1928 e il 1939 e che si protrae fino ai primi anni di guerra.
(continua)

SALVATORE SETTIS: RISALE AL DIRITTO ROMANO IL PRINCIPIO DELLA "PUBLICA UTILITAS", ALLA
BASE DELL'ODIERNO CONCETTO DI TUTELA DEI MONUMENTI D'ARTE.(continua)









© 2012 - Stop al consumo di territorio - Argenta